NotizieSmartwatch

Smartwatch Shell: un ibrido originale per sostituire lo smartphone

Quando la tecnologia fa enormi passi in avanti, il risultato è un prodotto a metà tra uno smartwatch e uno smartphone, con le alette.

Pensavate di aver visto davvero tutto in tema di smartwatch? Niente da fare, la tecnologia è sempre in grado di stupirci. E stavolta lo fa con un un’innovazione curiosa che potrebbe anche rivoluzionare il settore, sempre che la novità abbia il successo sperato dall’azienda produttrice. È stata la Shell (che non è quella della benzina) a provare a realizzare un prodotto originale, uno smartwatch che al più presto sarà lanciato in raccolta fondi sul portale Indiegogo.

L’opportunità è interessante: l’obiettivo è quello di creare un prodotto che possa permettere di estrarre il corpo dell’orologio e di ottenere delle alette con un auricolare e un microfono. In questo modo lo smartwatch potrebbe diventare a tutti gli effetti un comodo smartphone, per effettuare e ricevere chiamate.

La novità è ambiziosa: si vuole completamente sostituire il concetto di smartphone più che affiancare lo smartwatch ad esso, come attualmente fanno diversi indossabili presenti sul mercato. C’è un apposito spazio per la SIM, imperdibile il supporto al WiFi, al Bluetooth e al GPS, oltre che quello alla rete 4G.

Un ibrido a tutti gli effetti, vista anche un’altra caratteristica molto interessante, una fotocamera con sensore da 12 megapixel, che può diventare un ottimo strumento per effettuare una videochiamata. Non solo, la rivoluzione è in agguato anche per quanto riguarda la possibilità di ricaricare questo particolare “smart-watch-phone”.

Quando la batteria sarà scarica, infatti, sarà possibile “sbattere” le alette per dare un po’ di ricarica al prodotto sfruttando addirittura l’energia cinetica che viene prodotta dal movimento delle alette. A titolo di esempio, basterà flettere le alette per cinque minuti per ottenere l’energia sufficiente ad effettuare cinque minuti di telefonate.

L’autonomia comunque è notevole. I produttori parlano di cinque giorni di autonomia in una situazione di standby oppure di cinque ore in fase di chiamata, otto ore in riproduzione di audio e quattro ore in riproduzione di video. Ma le novità non finiscono ancora. Shell ha pensato anche a chi ha già uno smartwatch, mettendo a punto dei case con alette appositi da associare ad un Apple Watch o ad un Samsung Gear.

A partire dal 31 gennaio sarà lanciata su Indiegogo la campagna per raccogliere fondi. Si partirà da un prezzo di 250 dollari per questo particolare smartwatch, ma non sappiamo ancora quanto costerà l’acquisto dei case per gli altri smartwatch. Nel frattempo potete dare un’occhiata al video che mostra questa originale invenzione in tutti i suoi dettagli.

Articoli correlati

Close